Moon

Stupida luna che illuministi la mia strada quella notte.
Correvo via senza più riflettere a fari spenti, annebbiato dall’ alcol e demoni.
Una canzone e uno strano senso di solitudine in quel abitacolo buio.
La radio parlava, e la strada era una scommessa.
Sai non avevo paura, per la prima volta non temevo la fine.
Ma tu stupida luna non volevi farmi andare via.
Con i tuoi deboli raggi illuminavi la strada per casa.
Come a ricordarmi che alla fine di quel brutto e scuro tratto, avrei trovato l’ alba di nuovo.
E dolcemente hai lasciato il tuo posto al sole, senza chiedere niente.
Ora non corro più, ora spesso da qualche piazzola di sosta mi soffermo a guardarti.
Dolce e premurosa luna mi hai dato una chance, mi hai protetto almeno tu.
E ogni notte so che sei lassù, silenziosa e bella.
Che sei lassù anche per me

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...